Orfani e Mac, come Toy story

Capita che, come i giocattoli, i vecchi Mac finiscano in cantina, senza un destino preciso, a prender polvere, malinconicamente. Ma, come i giocattoli del film che meritò all’intuizione di Steve Jobs il primo Oscar, può capitare che tornino alla vita.

E’ successo grazie alla generosità e alla intraprendenza della nostra socia e amica Giusy Concina. Assieme ad alcuni suoi amici da tempo si sono “presi cura” di un piccolo orfanotrofio a Marcali, in Ungheria. Regolarmente organizzano spedizioni automobilistiche (l’automobile può essere, come il Mac, sia una passione sia un mestiere: Giusy è una di quelle persone che ama il lavoro che fa, come raccomandava Steve) a rifornire i ragazzini ospiti di questa struttura di tutto ciò che può essere utile. E cosa più utile di internet?

Lo stato ungherese, oltre a due Euro al giorno a testa per il mantenimento “materiale”, ha provveduto una connessione internet alla spartana abitazione che svolge le funzioni di orfanotrofio. Bello, ma senza computer…
Di qui l’idea di Giusy di coinvolgere l’AugFVG nel progetto di “recuperare” dalle cantine vecchi mac inutilizzati ma ancora “validi” da destinare allo scopo. La scelta è caduta sugli iBook bianchi di prima generazione, con processore PowerPC G3, ancora aggiornabili a Mac OS 10.4.11 (quindi validissimi per internet, audio e posta) sebbene ormai lenti e superati dai Mac con processore Intel.

Grazie alla generosità di alcuni soci (Giusy per prima), che si sono separati da un glorioso vecchio cimelio, oggi è stata allestita una piccola postazione con 4 iBook, amorevolmente “ripuliti”, aggiornati e ripristinati da altri soci che si sono prestati al lavoro. Un hub Ethernet (il wi-fi è meglio dimenticarselo su queste macchine) e un po’ di MP3 di musica gitana (la passione dei piccoli, da quelle parti!) e via: bambini e “giocattoli resuscitati” come in Toy Story!

Ecco una breve gallery fotografica dell’accoglienza in terra magiara dei “mac redivivi”!

Condividi

2 risposte a “Orfani e Mac, come Toy story”

  1. È veramente bello donare qualcosa che non si usa a chi ne ha bisogno, l’iniziativa di Giusy è molto nobile! Non immagino la felicità dei bambini!
    Gli iBook sono perfetti per i compiti scolastici (e anche per il divertimento) 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *