Venerdì 29 Settembre incontro al Bire!

Continuano i nostri incontri
(ir)regolari a Udine, al Bire, ai soliti tavoli 70 e 71, venerdì sera, 29 Settembre 2017, a partire dalle ore 20:00.

Discuteremo insieme alcune degli ultimi annunci Apple e ci ha detto un uccellino che forse avremo anche qualcosa di nuovo da vedere dal vivo!

Vi aspettiamo per bere un bicchiere e mangiare un boccone in compagnia!

 

1° Aprile 2016: 10 Anni di Aug e 40 anni di Apple! Festeggia con noi!

cropped-logo.jpgL’Apple user group Friuli Venezia Giulia compie 10 anni.
E contemporaneamente Apple festeggia 40 anni!

Quarant’anni fa, il 1° Aprile 1976, due amici iniziavano in un garage di Cupertino un’avventura che ha cambiato la storia dell’informatica.
Trent’anni dopo, il 1° Aprile 2006, un gruppo di amici si ritrovava al Birrificio Udinese (Bire) per costituire il gruppo ufficiale di utenti Apple del Friuli Venezia Giulia.

Con lo stesso spirito di allora ci ritroviamo in amicizia e relax sempre al Bire a Udine, in piazzale Osoppo, per mangiare un boccone e bere una birra, venerdì 1° Aprile 2016 a partire dalle ore 20:00.
Portate chi volte, portate i portatili, venite quando volete, faremo tardi, ma attenti: alle 21.30 tagliamo la torta di compleanno!

(siamo sempre al solito tavolo, 70-71, al piano di sopra, e ci hanno garantito musica a basso volume: ci siamo noi a fare decibel!)

Apple acquisirà Beats Music e Beats Electronics

beatsmusic_logo_0CUPERTINO, California—28 maggio 2014— Apple ha annunciato oggi di aver raggiunto un accordo per l’acquisizione di Beats Music, il servizio di abbonamento di musica in streaming, acclamato dalla critica, e di Beats Electronics, che produce le popolari cuffie, gli speakers e software audio Beats. Come parte dell’acquisizione, i co-fondatori di Beats, Jimmy Iovine e Dr. Dre entreranno a far parte di Apple. Apple sta acquisendo le due società per un totale di 3 miliardi di dollari, costituito da un prezzo di acquisto di circa 2,6 miliardi di dollari e di circa 400 milioni dollari che matureranno nel corso del tempo. Leggi tutto “Apple acquisirà Beats Music e Beats Electronics”

Foto della mostra ” Apple, una storia americana”

locandina_mostra-appleCome sempre ecco la galleria fotografica della nostra ultima attività, la mostra:

“APPLE: UNA STORIA AMERICANA
Dal Macintosh all’iPhone la tecnologia che ci ha cambiato la vita

che si è tenuta  dal al 16 Febbraio al 3 Marzo (prorogata poi, visto il notevole interesse, sino al al 10 Marzo) presso “General Storage” al Centro Commerciale Città Fiera – Torreano di Martignacco, in collaborazione con FriulComputer.

Il tormento e l’estasi di Steve Jobs

Fulvio Falzerano
Fulvio Falzerano

Vi segnaliamo al teatro Rossetti di Trieste “Il tormento e l’estasi di Steve Jobs”: è il debutto assoluto in Italia dell’opera  di Mike Daisey sulla storia della Apple che ha avuto vasta eco sulla stampa di tutto il mondo.

Il monologo teatrale, efficacemente  interpretato da Fulvio Falzarano, ripercorre la storia del genio creativo di Steve Jobs: dagli inizi nell’ormai mitico garage fino all’iPhone, spunto per la riflessione dell’autore sulle condizioni di vita e di lavoro nelle fabbriche di proprietà cinese dove vengono assemblati i prodotti.

Lo spettacolo ci è piaciuto molto: il testo di Daysei, seppur con qualche leggera sbavatura storica, affronta il difficile tema del “lato oscuro” delle condizioni dei lavoratori senza cadere negli eccessi di una banale visione ideologica del problema che  semplicisticamente (e soprattuto strumentalmente), individua nelle multinazionali la causa prima dei mali del mondo odierno.

Da vedere!

Mike Daisey “Il tormento e l’estasi di Steve Jobs” – traduzione e adattamento di E. Luttmann, regia di G.Solari – Produzione Testro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Politeama Rossetti – Sala Bartoli dal 5 al 24 febbraio 2013

Buongiorno, avete fatto backup?

Molti soci ci contattano la prima volta in occasione di disastri e perdite di dati. Premesso che non siamo un servizio di assistenza tecnica, più che altro diamo qualche consiglio, il nostro primo consiglio, sempre, prima che sia troppo tardi, è: FATE BACKUP!

Perchè fare backup?

  1. Perchè i computer, tutti i computer – anche quelli prodotti da Apple – sono macchine, e si rompono.
  2. Perchè tutti sbagliano ed è molto facile cancellare qualcosa per sbaglio.

Questa prima distinzione ci fa capire subito cha la perdita dei dati deriva da due cause diverse, e quindi merita due soluzioni diverse.

Per la prima servirebbe un sistema per “congelare” i dati nella loro ultima versione in modo da poterli recuperare in caso di rottura “fisica” del computer, per la seconda servirebbe un modo di “tenere memoria” dei dati cancellati per poter “tornare indietro” nel tempo e recuperare una “versione vecchia” dello stato della memoria. Ovviamente – anticipiamo – un programma che facesse entrambe le cose sarebbe l’ideale e per fortuna Apple l’ha inventato e ce lo regala con ogni Mac: Time Machine!

Ma quanto vale il backup? Leggi tutto “Buongiorno, avete fatto backup?”

Tra Siri, Retina e birra (con foto)

Come precedentemente annunciato sul sito Venerdì 29 Giugno ci siamo ritrovati al Bire per  assaporare le ultime novità in casa Apple.

Siri è stata la prima novità presentata sia dal punto di vista tecnico e, con un po’ di difficoltà tecniche quali rete dati e rumore dell’esterno del locale, dal punto di vista pratico. Le opinioni riguardo al nuovo assistente vocale sono state positive anche se gli ingegneri Apple devono migliorare il riconoscimento vocale in ambienti non proprio silenziosi. Si ricorda che attualmente Siri in italiano fa parte di iOS 6 che attualmente non è un software stabile; potremo trarre le dovute conclusioni solo al suo rilascio finale in Autunno.

Dopo la chiacchierata con Siri abbiamo compreso quanto sia difficile il lavoro dello sviluppatore iOS grazie a Daniele Ceglia che ha presentato la sua prima applicazione Birretta: una simpatica app per catalogare tutte birre bevute in giro per il mondo. Lo sviluppatore, a cui vanno i nostri complimenti, ha impiegato 5 mesi per svilupparla partendo dalle basi del linguaggio ad oggetti.

Il grande ospite della serata è rimasto in bella vista sul grande tavolo esterno del Bire, infatti, il MacBook Pro con schermo Retina ha fatto restare tutti a bocca aperta. Il suo schermo da 15″ con una risoluzione di 2880 x 1800 pixel ha fatto capire il pieno potenziale della nuova tecnologia. Le critiche non sono mancate grazie alla “chiusura” della macchina in termini riparativi ovvero RAM saldata, SSD proprietario e al momento non aggiornabile, schermo difficile da smontare, batterie non sostituibili ed infine il prezzo.

Personalmente l’incontro di Giugno è piaciuto molto: ottima compagnia e novità interessanti sono un mix perfetto per un venerdì sera