Tecnologie Apple e progetti per la ricerca

 
 

Mac Os X è sempre più al centro dell’attenzione dei ricercatori scientifici: mercoledì 20 Giugno, a partire dalle ore 9.45, si è tenuto a Trieste, presso la Scuola Internazionale di Studi Avanzati (SISSA) in uno straordinario convegno che, seppur per “esperti” ha consentito a coloro che seguono con interesse ricerca e IT di avere il punto della situazione.

Era presente una folta delegazione dell’AugFVG: sempre presenti e attenti a tutto ciò che Apple fa in regione!


Quasi cinque ore di seminari, in inglese, hanno comunicato la passione e le difficoltà di chi fa ricerca scientifica utilizzando strumenti ad elevata potenza di computazione, evidenziando in particolare la criticità dell'efficienza del calcolo, sia dal punto di vista della compilazione ottimale dei programmi, sia dal punti di vista della necessità del calcolo parallelo, modulare, in riferimento alla semplice implementazione di soluzioni Cluster o Grid Computing.

Apple a questo punto ha detto la sua, illustrando le potenzialità delle sue proposte attuali e prossime (Leopard is coming!) e confermando senza riserve la sua ben radicata presenza nella ricerca scientifica con elevate necessità di calcolo.

Ai profani ad un certo punto il tutto può essere sembrato ostico ma ai ricercatori si illuminavano gli occhi!


E per finire tutti in mensa, scienziati, ricercatori, manager, esperti, appassionati!


Un grazie sentito per la gentilezza e la disponibilità a Massimo Marino, Apple Education Europa e a Fabrizio Rimoldi, Apple Education Italia; Andrea Facchin, Pietro Zucchi, Giovanni Ermacora di Techwork System Integrator, allo staff di Alena Sistemi e, come sempre, a Daniela di Bip Computer e un grazie speciale ad Armando Krota, un vero amico!

 

20 Giugno 2006, Trieste, Scuola Internazionale di Studi Avanzati