Tra Siri, Retina e birra (con foto)

Come precedentemente annunciato sul sito Venerdì 29 Giugno ci siamo ritrovati al Bire per  assaporare le ultime novità in casa Apple.

Siri è stata la prima novità presentata sia dal punto di vista tecnico e, con un po’ di difficoltà tecniche quali rete dati e rumore dell’esterno del locale, dal punto di vista pratico. Le opinioni riguardo al nuovo assistente vocale sono state positive anche se gli ingegneri Apple devono migliorare il riconoscimento vocale in ambienti non proprio silenziosi. Si ricorda che attualmente Siri in italiano fa parte di iOS 6 che attualmente non è un software stabile; potremo trarre le dovute conclusioni solo al suo rilascio finale in Autunno.

Dopo la chiacchierata con Siri abbiamo compreso quanto sia difficile il lavoro dello sviluppatore iOS grazie a Daniele Ceglia che ha presentato la sua prima applicazione Birretta: una simpatica app per catalogare tutte birre bevute in giro per il mondo. Lo sviluppatore, a cui vanno i nostri complimenti, ha impiegato 5 mesi per svilupparla partendo dalle basi del linguaggio ad oggetti.

Il grande ospite della serata è rimasto in bella vista sul grande tavolo esterno del Bire, infatti, il MacBook Pro con schermo Retina ha fatto restare tutti a bocca aperta. Il suo schermo da 15″ con una risoluzione di 2880 x 1800 pixel ha fatto capire il pieno potenziale della nuova tecnologia. Le critiche non sono mancate grazie alla “chiusura” della macchina in termini riparativi ovvero RAM saldata, SSD proprietario e al momento non aggiornabile, schermo difficile da smontare, batterie non sostituibili ed infine il prezzo.

Personalmente l’incontro di Giugno è piaciuto molto: ottima compagnia e novità interessanti sono un mix perfetto per un venerdì sera

4 risposte a “Tra Siri, Retina e birra (con foto)”

  1. Ma oltre alle polemiche sul MacBook retina sulla tirchieria di Apple di montare componenti amovibili,rimane ancora un mistero l’impiego di un display così risoluto?il blueray?il 3D?è elevato pure lo schermo spettacolare del imac27 per tali formati,Apple ci porterà col suo schermo(specchietto per gli allocchi)il formato 4G il punto di godimento del deretano

    1. Grazie del commento Lorenzo. Magari, dato che questo è un sito “ufficiale” e non un forum o FB, la prossima volta cura un poco di più la forma (maiuscole, spazi, “immagini colorite”). Grazie davvero e non fraintendere. 🙂

    2. Non credo che sia un mistero: la risoluzione è voluta per “eliminare” il problema dei “pixel”, per rendere le immagini e la grafica più “realistica”. Non credo che il 4G sia, per il momento, l’obiettivo di Apple. Per quanto riguarda lo “specchietto per gli allocchi” non credo che si debba per forza vedere malafede in un progresso tecnologico che non è obbligatorio: molti lo apprezzano sinceramente e sono disposti a pagarlo perchè lo trovano utile. Non penso che siano possibili “inganni” di marketing per prodotti del genere: ci si pensa con calma prima di spendere tanti soldi! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.